Page 7 of 8 FirstFirst ... 345678 LastLast
Results 49 to 56 of 57

Thread: Il Ritorno di Shevchenko

  1. #49
    Moderator Duke66's Avatar
    Joined
    Sep 2002
    Location
    Treviso
    Posts
    18,622

    Default

    se mai Kaka' andra' via dal Milan sara' perche' a) il giocatore ha trovato irresistibili 15 milioni netti che il russo gli dara' e b) perche' il Milan avra' trovato irresistibili i 100 milioni che lo stesso magnate russo gli versera' sull'unghia. Come ho gia' detto in passato, mentre il tifoso che e' in me non vuole nemmeno sentir parlare di una operazione del genere l'altra faccia di me stesso, quella raziocinante, mi fa dire che a quelle condizioni glielo porto io.
    "MERDE"...

  2. #50
    Senior Member giannirivera's Avatar
    Joined
    Apr 2003
    Location
    Italia
    Posts
    3,001

    Default

    Quando dicevo "bene comune" intendevo - forse esprimendomi male - che in Inghilterra, a differenza che in Italia, i tifosi sono molto più attenti all'impatto che le scelte del manager hanno sull'equilibrio economico-finanziario del club. In questo senso hano una percezione del patrimonio del club come di un bene comune.

    Da noi i tifosi sognano sempre acquisti mirabolanti e se il club spende cifre folli non frega molto al pubblico, se non nella misura in cui certe spese poi ne impediscono altre. Ma se domani il MIlan o la Juventus spendessero 100 m di Euro sarebbero tutti contenti senza porsi troppi problemi. E' un retaggio di una vecchia mentalità che comincia a cambiare: molte tifoserie hanno toccato con mano la seria prospettiva del fallimento. Ci sono tanti club minori che sono spariti o hanno dovuto ricominciare dalle categorie inferiori. Anche qualche club blasonato (vedi Napoli e Fiorentina) hanno subito la stessa sorte. Roma e Lazio l'hanno scampata per il rotto della cuffia.

    Il tifoso del Chelsea ha nel dna - come tutti i tifosi inglesi - una estrema attenzione all'oculatezza delle scelte e alla sensatezza delle politiche gestionali. Ma poi il grande conflitto interiore sta nel fatto che questa attenzione all'oculatezza in pratica non serve, perche il russo spende e spande a suo totale piacimento.
    El purtava i scarp del tennis / el g'aveva du oecc de bun.

  3. #51
    CAMPIONE D'ITALIA Tornado's Avatar
    Joined
    Sep 2002
    Location
    Ostia del mar
    Posts
    2,853

    Default

    "se mai Kaka' andra' via dal Milan sara' perche' a) il giocatore ha trovato irresistibili 15 milioni netti che il russo gli dara' e b) perche' il Milan avra' trovato irresistibili i 100 milioni che lo stesso magnate russo gli versera' sull'unghia. Come ho gia' detto in passato, mentre il tifoso che e' in me non vuole nemmeno sentir parlare di una operazione del genere l'altra faccia di me stesso, quella raziocinante, mi fa dire che a quelle condizioni glielo porto io. "



    Beh anche io...logico. Ma con la condizione essenziale di un grosso investimento con quei 100 milioni.....e magari trovando nuovo kakà.
    MILAN NEL CUORE

  4. #52
    Moderator Duke66's Avatar
    Joined
    Sep 2002
    Location
    Treviso
    Posts
    18,622

    Default

    certo Tornado; ovvio che io faccio riferimento al fatto che quei 100 milioni vengano investiti per prendere portiere, difensori e centravanti.
    "MERDE"...

  5. #53
    Senior Member El Dario's Avatar
    Joined
    Jul 2007
    Location
    Tortona, Italia
    Posts
    168

    Default

    Quote Originally Posted by HejaMilan View Post
    Dario, io saro' a San Siro per Milan-Lazio, e pur avendo detto cio' che penso, non mi sognerei mai di fischiarlo a priori.

    Certo, nemmeno lo osannero' al primo passaggio giusto o addirittura all'inizio.

    Faccio buon viso a cattivo gioco, e se segnera' esultero' perche' ha segnato il Milan. Ma certamente sara' diverso che, per esempio, dovesse segnare Pato o Inzaghi, o persino Ronaldinho.
    Naturalmente Heja, il mio discorso era riferito soprattutto a chi vede malissimo il ritorno di Sheva e magari (come è accaduto l'anno scorso ad altri giocatori come Gilardino e Seedorf) aspetti solo il primo errore per asfaltarlo di fischi.

  6. #54
    Senior Member SuperMax's Avatar
    Joined
    Sep 2001
    Location
    Guidonia (Roma), Italy
    Posts
    5,314

    Default

    Ad un addio di Kakà non voglio neanche pensarci ora, torniamo on topic con il fariseo ucraino:

    Sheva sbarca a Milano

    Poco prima di lui erano arrivati Pato e Ronaldinho che dice: "Insieme faremo grandi cose". Stamattina visite mediche per l'ucraino, poi il primo allenamento a Milanello



    MILANO, 25 agosto 2008 - Il giovane Andriy Shevchenko arrivò a Milano il 15 giugno 1999. All’aeroporto della Malpensa c’erano ad aspettarlo il dg Ariedo Braida e un interprete, più i giornalisti e qualche curioso. Ad aspettare il più maturo Shevchenko rientrante da Londra ieri a Linate c’erano i capi della curva, parecchi tifosi, ressa di telecamere. Giornata piena, questa volta: un’ora prima dell’ucraino erano atterrati Ronaldinho («Con Sheva faremo grandi cose») e Pato arrivati da Pechino.
    BAGAGLI - Sheva è arrivato con un volo di linea, come nove anni fa, ed è apparso un po’ frastornato come nove anni fa, con meno timidezze e un bagaglio più pesante da portare: sette stagioni di gioia e 173 gol, l’addio, il dispiacere della gente, poi il desiderio di tornare e gli ostacoli. «Questa è una famiglia e siamo tutti felici», dice il vicepresidente Galliani. «Non è vero che solo Silvio Berlusconi ha insistito per riavere Andriy. Io ho portato i miei mattoncini alla causa e sono contento che alla fine siamo riusciti a riportarlo a casa».
    ACCOGLIENZA - A casa, sì: questa mattina le visite mediche, poi un primo allenamento in solitario a Milanello (i compagni, tornati nella notte dalla Spagna, hanno un giorno libero) e il tentativo di tornare alla normalità. «Con tutta la gente che abbiamo visto arrivare dall’Inter o dalla Juve volete che si resti contrari al ritorno di uno che ha fatto 173 gol e ci ha dato tante gioie?», chiede un capo-tifoso. «Una volta ha baciato la maglia del Chelsea? Non me ne importa, si è scusato. Sono convinto che farà innamorare San Siro un’altra volta». Come prima, meglio di prima? Come quando aveva 22 anni e non aveva vinto coppe e scudetto e Pallone d’oro? Da oggi si ricomincia, ma non da zero e per questo non è facile. «Dici che ci sarà gente ad aspettarmi?», ha chiesto Sheva a un amico partendo da Londra. E a sentirsi rispondere di sì è rimasto stupito e contento.
    GOL - Come prima sarebbe già abbastanza, meglio di prima pare impossibile: a 31 anni (quasi 32) Shevchenko deve fare i conti con gli effetti di due stagioni vissute ai margini del calcio inglese. La forma fisica è buona, l’ultimo intervento per un’ernia inguinale (Miami, inizio estate) un ricordo. Ma anche le partite vere e intere sono un ricordo. «Giocando poco, Andriy in due stagioni al Chelsea ha fatto più di venti gol», lo difende il d.g. Braida. «C’è gente che per fare venti gol impiega dieci anni». Come prima, meglio di prima, sperano al Milan, sarà il rapporto con lo spogliatoio. «Io sono stracontento che Sheva sia tornato», ha assicurato Kakà. E Ancelotti, passata la sorpresa, ha detto: «Bentornato». Si sa che è un tipo di poche parole.
    MAGLIE - Come prima non sarà l’ingaggio di Andriy, mentre il numero di maglia potrebbe essere lo stesso. «Ne parleremo, magari il nostro bambino restituisce a Sheva il 7», butta lì con un sorriso Galliani. «Però non so se è giusto chiederlo». Pato (che aveva mandato la sua cartolina da Pechino nei giorni scorsi: «Se la società me lo chiede, sono pronto a cambiare numero. Sheva ha fatto la storia del Milan») ieri non si è sbilanciato: «Vedremo, ne parleremo». E lui ne avrà di tempo per quella maglia, ma non sarà l’ucraino a chiedere di poterla infilare come nuova: «Pato ha detto che mi lascerebbe il numero sette? E’ bello da parte sua, ma per me andrebbero bene anche il 76, o il 70, o il 77. Basta che ci sia un sette in mezzo e che sia una maglia del Milan». E poi magari ci vorranno un gol e un altro bacio, l’importante è ricominciare.
    Alessandra Bocci


    ~~~Brendon D'Arkness~~~
    - - - - - -
    "I'm still there everywhere I'm the dust
    in the wind I'm the star in the northern sky,
    I never stayed anywhere I'm the wind
    in the trees would you wait for me forever ?"

  7. #55
    R o s s o n e r o ilCapitan6's Avatar
    Joined
    Jun 2006
    Location
    Milano
    Posts
    7,142

    Default

    PER NON DIMENTICARE


    Faccia il bene del Milan, ma non dica di essere uno di noi.
    Nessuno di noi, farebbe mai quello che ha fatto lui, alla prima partita, contro il Liverpool.



  8. #56
    Senior Member Alex90's Avatar
    Joined
    Aug 2005
    Location
    Milano
    Posts
    194

    Default

    credeva di essere innamorato della sua amante (chelsea) tanto da lasciare il suo amore di sempre (milan) in un momento di crisi.. ma poi ha capito che il suo posto era qui.. ed è voluto tornare per ricostituire la famiglia.. quindi..

    va perdonato!

Tags for this Thread

Posting Permissions

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •